giovedì 28 giugno 2012

Nausea. Impressioni dal Consiglio sul Parco Tematico Ambientale.



Lunedi 25 giugno ho partecipato, insieme a molti altri cittadini, al Consiglio in Circoscrizione 2 durante il quale si è discusso, tra l'altro, l'ordine del giorno per sospendere la progettazione del Parco Tematico Ambientale, l'opera di compensazione all'inceneritore che non ne compensa le emissioni, non è nemmeno un parco, deturpa un'area verde e costa 350.000 euro.

Si comincia con le comunicazioni.
Prende la parola il coordinatore Rappazzo e comunica che il 9 luglio si riunirà la VI commissione alla quale è stato invitato il Museo A come Ambiente per approfondire il progetto del Parco Tematico Ambientale. Il coordinatore invita quindi i firmatari dell'ordine del giorno sul PTA a valutare se non è il caso di ritirare l'odg ed eventualmente ripresentarlo dopo la commissione.

Comincio ad avvertire una leggera nausea: non solo il progetto del PTA non è mai stato approvato dal Consiglio nè tantomeno discusso in una commissione con i cittadini. Ma addirittura è già stato individuato il progettista (da chi? come? bando pubblico? affidamento diretto?) che verrà, bontà sua, a spiegarci tutto il 9 luglio.

I firmatari, comunque, non ritirano l'ordine del giorno adducendo più o meno le mie stesse considerazioni.

Il Consiglio prosegue i suoi lavori finchè si arriva all'ordine del giorno precedente quello sul Parco Tematico (a tema inceneritore) e qui... colpo di scena! Il Presidente chiede una sospensione della seduta per poter svolgere una capigruppo.
Più di mezz'ora di capigruppo e finalmente i consiglieri tornano a sedere tra i banchi.
Si capisce così che nella capigruppo sono stati discussi degli emendamenti ad entrambi gli ordini del giorno. Si passa quindi alla discussione dell'ordine del giorno sull'inceneritore e dei relativi emendamenti. Ometto il resoconto di questa discussione per concentrarmi sul punto successivo, cioè l'ordine del giorno sul Parco Tematico.

Viene data la parola a chi ha presentato l'odg per la spiegazione.
Poi il presidente dice (a voce) di aver appena parlato con l'Assessore Lavolta che gli ha confermato che assolutamente il parco và fatto solo in quel modo e in quel preciso posto, coordinate gps comprese!
Poi, sempre il presidente, comunica che porta un emendamento a nome di tutta la maggioranza.
Tutta la maggioranza? "Si, della maggioranza... lo presento io a nome della maggioranza".
Secondo colpo di scena: un'esponente della maggioranza si dissocia e annuncia che voterà contro l'emendamento della maggioranza stessa.
Terzo colpo di scena: un altro esponente della maggioranza, dello stesso partito del presidente, si dissocia dall'emendamento della maggioranza stessa e annuncia che si asterrà.
Beh, forse non era proprio a nome di tutta tutta tutta la maggioranza.

L'emendamento presentato, in sintesi, cancella con un colpo di spugna tutte le 13 proposte emerse dai circa 100 cittadini intervenuti in assemblea pubblica l'11 maggio scorso per individuare proposte alternative al PTA e cancella 700 firme raccolte tra la gente in meno di un mese. 
Per che cosa?
- Affidare la progettazione al Museo A come Ambiente  
(ripeto, come? c'è un bando pubblico? un affidamento diretto? una procedura aperta?);

- Affidare alla Cascina Roccafranca il compito di coinvolgere i cittadini nella progettazione partecipata del parco;
(ma come, non era già fatto il progetto? ma se bisogna riprogettarlo, allora, vuol dire che anche la maggioranza non ci crede al PTA... ma allora perchè non sospendere semplicemente la progettazione, come chiedeva l'ordine del giorno? ma poi, alla Cascina Roccafranca, qualcuno l'avrà detto che deve assumersi questo compito?)

- Invitare il Museo A come Ambiente alla commissione del 9 luglio per approfondire il progetto con i cittadini.
(Ma allora ci prendono per il culo? se approfondiamo il progetto vuol dire che è già fatto... allora a cosa serve la progettazione partecipata?)

Si passa alle votazioni, nominali.
Gli esponenti di PD e Moderati (si sappia di chi è la responsabilità di questo spreco), compatti, votano l'ordine del giorno con gli emendamenti proposti dal presidente. Anche se alcuni di loro, a voce nei giorni precedenti, si erano detti contrari al Parco Tematico Ambientale. L'importante è essere coerenti. 
L'esponente di SEL (che va ammirata per il coraggio) vota contro l'odg emendato dalla maggioranza, mentre il consigliere di IDV si astiene.
Chiaramente l'opposizione vota contro.

Risultato: si farà il Parco Tematico Ambientale. Si spenderanno 350.000 euro pubblici per realizzare alcuni totem multimediali attraverso i quali i bambini potranno imparare a riciclare meglio i rifiuti. Li si costruiranno al posto di in un'area verde, all'aperto. 
Compensazioni ambientali all'inceneritore? Nulle
Spreco di denaro pubblico? A voi la risposta.

Ultime considerazioni personali.
Sono uscito dal Consiglio nauseato.

Nauseato dall'atteggiamento del coordinatore della VI commissione che, dopo più di un anno dal suo insediamento e almeno tre anni da quando è iniziata la pratica PTA, comunica che si terrà una VI commissione per approfondire un progetto (mai approvato dal Consiglio) proprio qualche giorno dopo la presentazione dell'odg... ma tu guarda la combinazione...
Nauseato nel sentire il Presidente della Circoscrizione parlare di una "telefonata" con l'assessore che gli dice che il PTA deve essere fatto esattamente così ed esattamente nelle coordinate gps corrispondenti al prato adiacente la Roccafranca. Pena la perdita dei soldi (tra l'altro già in cassa della Circoscrizione!).
Nauseato da come hanno votato alcuni componenti della maggioranza, che a voce hanno detto di essere contrari a questo PTA, ma al momento del voto hanno abbassato la testa, cancellato la propria coscienza e votato allineati agli ordini superiori del partito (a pensare male si fa peccato, ma quasi sempre ci si azzecca! C'è puzza di interessi particolari qui sotto, e mi auguro di essere presto smentito). Loro lo chiamano "far parte di un partito", "democrazia rappresentativa". Contenti loro.
Nauseato dagli emendamenti proposti dalla maggioranza, sia per il contenuto che per le modalità; no, anzi, presentati dal presidente a nome della maggioranza; no... ma veramente IdV e SEL non presentano quegli emendamenti, anzi voteranno contro-astenuto.

Decisamente una brutta pagina della politica locale.

4 commenti:

  1. CHIAMIAMO STRISCIA LA NOTIZIA SUBITO!!!!!! PATRIZIA

    RispondiElimina
  2. stefano grassi30 giugno 2012 10:52

    siamo messi sempre peggio, ma non scopriamo niente di nuovo però ..... oramai la circoscrizione è diventata il trampolino di lancio per qualcosa di più grande e purtroppo molti esponenti dei partiti tradizionali sono figli o figliocci di qualcuno più in alto e quindi guai a combinarne di grosse su alcuni temi. Se a questo aggiungiamo il fatto che nel PD si esce e si entra come e quando si vuole abbiamo fatto 1+1
    La cosa che fa incazzare è che a questo livello (la circoscrizione) non dovrebbero a mio avviso neanche esistere ordini di partito, mi sembra di veder giocare al "piccolo parlamento" ..... vieni avanti bambino, vieni avanti e costruisci il tuo piccolo parlamentino !!!!

    RispondiElimina
  3. lun c'è consiglio e si vota un odg presentato da sel su controlli democratici e terzi rispetto a ciò che entra e ciò che esce dall'inceneritore.

    RispondiElimina
  4. grazie fabri che con il tuo impegno ci rappresenti sempre tutti!

    RispondiElimina

Articoli correlati

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...